SCHEDA DI VALUTAZIONE

# Fattori di valutazione Punteggio Breve giustificazione del punteggio

1 Originalità del Progetto e suo contributo al progresso delle Conoscenze scientifiche  8 buono
 
Il progetto innesta su alcuni filoni ormai tradizionali, ma tuttora in grande fermento, nell’ambito delle serie temporali, quali la non linearità, la presenza di memoria lunga, la non stazionarietà e la cointegrazione, sviluppi più recenti basati su tecniche computazionali intensive e procedure innovative adatte ad affrontare problemi di natura complessa. E’ prevedibile che questo connubio possa portare al conseguimento di alcuni risultati significativi, di natura metodologica e applicativa, nello sviluppo della disciplina. 
2 Chiarezza e verificabilità degli obiettivi  7 discreto
 
Il progetto non prevede obiettivi intermedi ed elenca, pertanto, solo obiettivi finali. In generale, tali obiettivi sono chiaramente delineati, con qualche eccezione: ad esempio, il tema “Analisi e previsioni delle dinamiche territoriali” (unità di ricerca n.2) non è sufficientemente messo a fuoco e risulta poco integrato con il tema generale dell’unità di ricerca (“Metodi statistici per la previsione di serie storiche persistenti”); il tema “Analisi e previsioni del sistema urbano europeo dal 1600 ad oggi” (unità di ricerca n.5), tema che compare nel titolo specifico dell’unità di ricerca, è trattato piuttosto sbrigativamente, specie in relazione agli altri obiettivi della stessa unità di ricerca. L’articolazione degli obiettivi principali in numerosi sub-obiettivi all’interno delle singole unità di ricerca fa sorgere qualche dubbio sulla possibilità che possano essere tutti realizzati nell’arco dei due anni di durata della ricerca. I risultati complessivi della ricerca possono essere verificati sulla base della qualità delle pubblicazioni scientifiche prodotte e dell’importanza dei convegni dove tali risultati sono presentati. 
3 Appropriatezza dei metodi e delle tecniche da utilizzare  8 buono
 
I proponenti dimostrano di essere complessivamente aggiornati sullo stato dell’arte per quanto riguarda tecniche e metodiche ritenute utili per il raggiungimento degli obiettivi di ricerca. Desta qualche perplessità l’adeguatezza di alcune tecniche di analisi esplorativa di serie temporali proposte dall’unità n. 5 (metodi basati sulle permutazioni per verificare non stazionarietà nei dati, impiego di tecniche di analisi multivariata (data depth) in un contesto di forte dipendenza temporale). 
4 Adeguatezza delle risorse  8 buono
 
Le risorse disponibili e richieste appaiono nel complesso adeguate rispetto al tipo di ricerca proposta. 

5 Competenza del coordinatore scientifico  9 molto buono
 
Il Prof. Battaglia è noto come studioso serio e preparato, che ha maturato una lunga e notevole esperienza scientifica nel campo delle serie temporali, dove ha già fornito contributi importanti e significativi. Pertanto il suo ruolo di ricercatore principale nel progetto ed il compito di coordinamento scientifico che la ricerca gli richiede sono ampiamente giustificati. 
6 Competenza dei gruppi proponenti  8 buono
 
La qualificazione scientifica dei responsabili e dei componenti delle Unita è mediamente buona, però caratterizzata da un’alta variabilità: infatti, a fronte dell’eccellenza manifestata complessivamente dall’Unità di Firenze, la qualificazione scientifica dell’Unità dell’Aquila risulta appena sufficiente e si colloca nettamente al di sotto di quella delle restanti Unità. 
7 Complementarità dei gruppi proponenti  8 buono
 
I gruppi proponenti manifestano di massima competenze differenziate e complementari. Ciò, tenendo conto che all’interno del progetto sono previste collaborazioni ed interazioni tra Unità differenti, porta a prospettare nei risultati un qualche valore aggiunto, altrimenti non raggiungibile qualora i singoli gruppi operassero in proprio. 



Commento generale



Si tratta di un buon progetto di ricerca, che integra aspetti teorici, computazionali ed applicativi su un tema, quello di serie temporali non lineari e non stazionarie, di attualità nel panorama nazionale ed internazionale. Se realizzato, il progetto può portare a dei contributi significativi.

Nel complesso le competenze del coordinatore scientifico e delle singole Unità proponenti sono molto buone e adeguate per lo sviluppo degli obiettivi del progetto, fatta eccezione per l’Unità dell’Aquila. Non credo però sia il caso di escluderla dal progetto, in quanto ritengo possibile che questa Unità possa arrivare a dei risultati utili beneficiando dell’interazione, peraltro manifestata nel suo progetto di ricerca, con le Unità molto più qualificate di Roma e Firenze.



Punteggio finale 56 / 70


Ritiene il progetto finanziabile? SI

L'entità del finanziamento richiesto è: Congrua